Featured

Primo articolo del blog

Questo è l’estratto dell’articolo.

Annunci

Questo è il tuo primo articolo. Fai clic sul link Modifica per modificarlo o eliminarlo oppure inizia un nuovo articolo. Se desideri, usa questo articolo per dire ai lettori perché hai iniziato questo blog e cosa intendi farne.

articolo

Anche La Rondine sta….Conibambini

Nell’ambito delle attività promosse a favore della tutela dell’infanzia l’associazione La Rondine opera attraverso azioni di contrasto alla povertà educativa. Nella progettazione degli interventi per i bambini, si adotta una visione multidimensionale, che accolga le esigenze del minore e della famiglia, insieme a tutta la comunità educante, attraverso azioni integrate che aggancino la dimensione dell’apprendimento  e dell’educazione formale cosi come la dimensione ludica, del benessere psico sociale e delle emozioni. Il coinvolgimento delle istituzioni rafforza l’efficacia dell’intervento e genera valore per un nuovo Welfare comunitario.

La Rondine

L’Associazione “La Rondine” è un ente senza scopo di lucro che nasce nel Marzo 2000, con l’intento di promuovere un messaggio attivo di sensibilizzazione verso le tematiche sociali e culturali e di realizzare iniziative in favore delle fasce più deboli con particolare riferimento alla promozione ed alla tutela dei diritti dei minori, bambini e adolescenti, disagiati, a rischio di esclusione sociale, malati o svantaggiati, operando contestualmente sui singoli, sui gruppi, sulle famiglie ma anche sulle comunità di riferimento rispetto ai territori bersaglio di intervento.

Il principale strumento d’azione del nostro ente no profit è la progettazione sociale, intesa come strategia di cambiamento, di innovazione e di sviluppo di nuove pratiche a sostegno di un welfare più maturo.

La promozione delle politiche e delle strategie di genere, nonché la diffusione di una cultura delle pari opportunità costituiscono principi generali ed imprescindibili di ogni azione progettuale messa in campo dall’Associazione.

Ci si auspica, in tal senso, di contribuire al raggiungimento di un importante cambiamento culturale che veicoli il superamento degli stereotipi, la conoscenza del principio di parità e non discriminazione, la comprensione del ruolo determinate che esso riveste per la crescita della comunità, in adesione anche a quanto auspicato dai numerosi provvedimenti e documenti prodotti all’interno dell’UE.

Tutto ciò è ancor più evidente in tutte quelle azioni progettuali nelle quali i principali destinatari e contestualmente protagonisti sono i bambini e le bambine, gli adolescenti e le adolescenti, accompagnati e sostenuti in percorsi mirati ad uno sviluppo sano ed armonioso della propria personalità.

La nostra volontà è quella di sviluppare percorsi di informazione e sensibilizzazione affinché fin dall’infanzia si acquisisca la consapevolezza dell’importanza di costruire insieme una società più attenta alle differenze.

Progetti realizzati in adesione al principio delle pari opportunità e con attenzione mirata allo sviluppo di specifiche competenze in ambito scientifico e tecnologico:

Centro aggregativo – educativo per bambini in fascia 6-12 – Progetto “Insieme al Centro”, finanziato attraverso Fondi ex Legge 285/97, dal Comune di Palermo, Settore Attività Sociali (periodo: Gennaio 2003 – Dicembre 2005); in riferimento all’ambito delle discipline STEM sono stati sviluppati specifici percorsi, quali laboratorio ecologico-naturalistico (scienze, botanica, esplorazione territoriale e conoscenza dell’ambiente); laboratorio per il potenziamento delle competenze logico-matematiche, laboratorio di informatica e di educazione alla multimedialità.

Centro aggregativo – educativo per minori fascia 11-14 anni – Progetto “Spazio gioco per ragazzi in convenzione con il Comune di Palermo, Settore Attività Sociali (Da Gennaio a Settembre 2003); ); in riferimento all’ambito delle discipline STEM sono stati sviluppati specifici percorsi, quali laboratorio ecologico-naturalistico (scienze, botanica, esplorazione territoriale e conoscenza dell’ambiente); laboratorio per il potenziamento delle competenze logico-matematiche, laboratorio di informatica e di educazione alla multimedialità.

Progetto di Educazione Ambientale Natur@lmente, finanziato dalla Provincia Regionale di Palermo, rivolto a minori e finalizzato alla promozione del benessere psico-fisico del bambino attraverso il recupero di un sano ed equilibrato rapporto con la natura attraverso l’acquisizione e la conoscenza di importanti elementi di carattere scientifico- ambientale (Gennaio – Giugno 2004).

 Progetto “Orientiamo il nostro futuro”, finanziato dal Settore Pubblica Istruzione del Comune di Palermo, Progetti Educativi anno 2003-2004, Area Tematica Recupero svantaggi sociali e culturali. Il progetto, rivolto ad allievi frequentanti il secondo anno della scuola media inferiore, ha proposto un itinerario di conoscenza di sé attraverso il quale raccogliere dati e informazioni utili e acquisire valide indicazioni circa le personali attitudini scolastiche – professionali in vista della scelta, esplorando anche caratteristiche e ricadute dei diversi ambiti delle discipline scolastiche (umanistico, giuridico, scientifico, tecnologico, etc..) (Febbraio – Maggio 2004).

Progetto Iperbole, (Triennio Novembre 2004-2007) finanziato nell’ambito Intesa Istituzionale di Programma tra lo Stato Italiano e la Regione Siciliana, Accordo di Programma Quadro (APQ) Recupero della marginalità sociale e pari opportunità, Priorità Programmatica C. Il progetto è stato incentrato sulla definizione di percorsi di autonomia, attraverso azioni di orientamento e formazione. Tra le altre azioni, è stato realizzato un percorso di consulenza e di orientamento itinerante all’interno di strutture pubbliche e private che operano a contatto con utenza multiproblematica, garantendo un principio di pari opportunità di accesso ai servizi erogati e favorendo nei ragazzi e nelle ragazze raggiunte la conoscenza delle opportunità educative loro indirizzate da parte delle diverse agenzie territoriali cittadine.

Progetto Moto Perpetuo, (Triennio Dicembre 2004-2007) finanziato nell’ambito Intesa Istituzionale di Programma tra lo Stato Italiano e la Regione Siciliana, Accordo di Programma Quadro (APQ) Recupero della marginalità sociale e pari opportunità, Priorità Programmatica A. Il progetto ha previsto l’attivazione di un centro polivalente inteso come spazio – laboratorio, con presenze istituzionali del territorio mirato a favorire la socializzazione ed il protagonismo giovanile; al suo interno è stato proposto anche uno sportello di orientamento e supporto al territorio attraverso consulenze, colloqui individuali; Somministrazione test; Bilancio di competenze; Collegamento con il mondo della formazione; Consulenze sul mondo del lavoro e sui percorsi di creazione d’impresa, Percorsi di auto-imprenditorialità e di empowerment; Laboratori di potenziamento delle competenze logico-matematiche, laboratorio di scienze e di esplorazione ambientale, laboratorio multimediale ed informatico.

Progetto “Operazione Noi” (Da Novembre 2007 – Dicembre 2010), Intervento triennale di sensibilizzazione e di prevenzione della tossicodipendenza e dell’alcooldipendenza correlata nel territorio del Comune di Capaci, finanziato con il Fondo Nazionale di intervento per la lotta alla droga. D.A. 11/08/2003.

Nel percorso proposto è stata promossa l’informazione e la sensibilizzazione sui rischi connessi all’uso di droghe ed di alcol, affrontando il tema anche da un punto di vista scientifico e di educazione alla salute.

PROGETTO “Sviluppo…e Libertà” (Luglio 2008 – Giugno 2009) Fornitore di servizi di cura ed assistenza alla persona per la erogazione di voucher di conciliazione e di servizio – AREA MINORI – nell’ambito del P.O.R. Sicilia 2000-2006 – Progetto “A.L.Fa. – Armonizzare Lavoro e FAmiglia”, gestito da Italia Lavoro Sicilia. Tra gli altri, sono stati sviluppati Laboratori di recupero e potenziamento delle competenze scientifiche e logico-matematiche, laboratori di informatica e di conoscenza del web.

Progetto ETA – BETA Centro aggregativo 6 – 13 anni V Circoscrizione – Città di Palermo finanziato dal Comune di Palermo – Settore Servizi Socio-Assistenziali- U.O. Attuazione e Gestione Piano Territoriale per l’Infanzia e l’Adolescenza Fondi ex L. 285/97. Da Febbraio 2011 a Febbraio 2013. In riferimento all’ambito delle discipline STEM sono stati sviluppati specifici percorsi, quali laboratorio ecologico-naturalistico (scienze, botanica, esplorazione territoriale e conoscenza dell’ambiente); laboratorio per il sostegno ed il potenziamento delle competenze logico-matematiche, laboratorio metacognitivo, laboratorio di informatica e di educazione alla multimedialità; laboratori di educazione digitale; laboratori di fotografia (fotocamera e software collegati) .

Dal 2016 – Iniziative e progetti con cui l’Associazione ha recentemente sviluppato sinergie e momenti di incontro, diffondendone la conoscenza e la valenza da un punto di vista educativo e di integrazione nella didattica tradizionale:

  • FabLab Palermo, per la costruzione di proposte progettuali incentrate su azioni educativo – formative di alfabetizzazione digitale, tra coding e fabbricazione, che abbiano come output, oltre all’accrescimento delle competenze d’area e della consapevolezza digitale, la creazione di circuiti di diffusione di tali conoscenze.
  • Coderdojo Palermo, attraverso la partecipazione di suoi giovani associati alle iniziative promosse per la diffusione del pensiero computazionale e dell’importanza della competenza nella programmazione. Attività pratico-guidate per conoscere il linguaggio di programmazione didattico Scratch.

Afferiscono alla rete progettuale dell’Associazione La Rondine differenti profili professionali che in una logica di integrazione multidisciplinare indirizzano le aree di sviluppo della stessa, implementando costantemente lo studio e l’ambito della ricerca e dell’innovazione nelle pratiche educative e formative rivolte ai giovani ed alle giovani.

Psicologi;

Educatori professionali;

Neuropsichiatri infantili;

Insegnanti;

Ingegneri informatici.

Esperti di Welfare e di politiche di inclusione sociale

La Rondine

L’Associazione “La Rondine” è un ente senza scopo di lucro che nasce nel Marzo 2000, con l’intento di promuovere un messaggio attivo di sensibilizzazione verso le tematiche sociali e culturali e di realizzare iniziative in favore delle fasce più deboli con particolare riferimento alla promozione ed alla tutela dei diritti dei minori, bambini e adolescenti, disagiati, a rischio di esclusione sociale, malati o svantaggiati, operando contestualmente sui singoli, sui gruppi, sulle famiglie ma anche sulle comunità di riferimento rispetto ai territori bersaglio di intervento.

 

Il principale strumento d’azione del nostro ente no profit è la progettazione sociale, intesa come strategia di cambiamento, di innovazione e di sviluppo di nuove pratiche a sostegno di un welfare più maturo.

La promozione delle politiche e delle strategie di genere, nonché la diffusione di una cultura delle pari opportunità costituiscono principi generali ed imprescindibili di ogni azione progettuale messa in campo dall’Associazione.

Ci si auspica, in tal senso, di contribuire al raggiungimento di un importante cambiamento culturale che veicoli il superamento degli stereotipi, la conoscenza del principio di parità e non discriminazione, la comprensione del ruolo determinate che esso riveste per la crescita della comunità, in adesione anche a quanto auspicato dai numerosi provvedimenti e documenti prodotti all’interno dell’UE.

Tutto ciò è ancor più evidente in tutte quelle azioni progettuali nelle quali i principali destinatari e contestualmente protagonisti sono i bambini e le bambine, gli adolescenti e le adolescenti, accompagnati e sostenuti in percorsi mirati ad uno sviluppo sano ed armonioso della propria personalità.

La nostra volontà è quella di sviluppare percorsi di informazione e sensibilizzazione affinché fin dall’infanzia si acquisisca la consapevolezza dell’importanza di costruire insieme una società più attenta alle differenze.

 

Progetti realizzati in adesione al principio delle pari opportunità e con attenzione mirata allo sviluppo di specifiche competenze in ambito scientifico e tecnologico:

 

  • Centro aggregativo – educativo per bambini in fascia 6-12 – Progetto “Insieme al Centro”, finanziato attraverso Fondi ex Legge 285/97, dal Comune di Palermo, Settore Attività Sociali (periodo: Gennaio 2003 – Dicembre 2005); in riferimento all’ambito delle discipline STEM sono stati sviluppati specifici percorsi, quali laboratorio ecologico-naturalistico (scienze, botanica, esplorazione territoriale e conoscenza dell’ambiente); laboratorio per il potenziamento delle competenze logico-matematiche, laboratorio di informatica e di educazione alla multimedialità.
  • Centro aggregativo – educativo per minori fascia 11-14 anni – Progetto “Spazio gioco per ragazzi in convenzione con il Comune di Palermo, Settore Attività Sociali (Da Gennaio a Settembre 2003); ); in riferimento all’ambito delle discipline STEM sono stati sviluppati specifici percorsi, quali laboratorio ecologico-naturalistico (scienze, botanica, esplorazione territoriale e conoscenza dell’ambiente); laboratorio per il potenziamento delle competenze logico-matematiche, laboratorio di informatica e di educazione alla multimedialità

 

  • Progetto di Educazione Ambientale Natur@lmente, finanziato dalla Provincia Regionale di Palermo, rivolto a minori e finalizzato alla promozione del benessere psico-fisico del bambino attraverso il recupero di un sano ed equilibrato rapporto con la natura attraverso l’acquisizione e la conoscenza di importanti elementi di carattere scientifico- ambientale (Gennaio – Giugno 2004).

 

  • Progetto “Orientiamo il nostro futuro”, finanziato dal Settore Pubblica Istruzione del Comune di Palermo, Progetti Educativi anno 2003-2004, Area Tematica Recupero svantaggi sociali e culturali. Il progetto, rivolto ad allievi frequentanti il secondo anno della scuola media inferiore, ha proposto un itinerario di conoscenza di sé attraverso il quale raccogliere dati e informazioni utili e acquisire valide indicazioni circa le personali attitudini scolastiche – professionali in vista della scelta, esplorando anche caratteristiche e ricadute dei diversi ambiti delle discipline scolastiche (umanistico, giuridico, scientifico, tecnologico, etc..) (Febbraio – Maggio 2004).

 

  • Progetto Iperbole, (Triennio Novembre 2004-2007) finanziato nell’ambito Intesa Istituzionale di Programma tra lo Stato Italiano e la Regione Siciliana, Accordo di Programma Quadro (APQ) Recupero della marginalità sociale e pari opportunità, Priorità Programmatica C. Il progetto è stato incentrato sulla definizione di percorsi di autonomia, attraverso azioni di orientamento e formazione. Tra le altre azioni, è stato realizzato un percorso di consulenza e di orientamento itinerante all’interno di strutture pubbliche e private che operano a contatto con utenza multiproblematica, garantendo un principio di pari opportunità di accesso ai servizi erogati e favorendo nei ragazzi e nelle ragazze raggiunte la conoscenza delle opportunità educative loro indirizzate da parte delle diverse agenzie territoriali cittadine.

 

  • Progetto Moto Perpetuo, (Triennio Dicembre 2004-2007) finanziato nell’ambito Intesa Istituzionale di Programma tra lo Stato Italiano e la Regione Siciliana, Accordo di Programma Quadro (APQ) Recupero della marginalità sociale e pari opportunità, Priorità Programmatica A. Il progetto ha previsto l’attivazione di un centro polivalente inteso come spazio – laboratorio, con presenze istituzionali del territorio mirato a favorire la socializzazione ed il protagonismo giovanile; al suo interno è stato proposto anche uno sportello di orientamento e supporto al territorio attraverso consulenze, colloqui individuali; Somministrazione test; Bilancio di competenze; Collegamento con il mondo della formazione; Consulenze sul mondo del lavoro e sui percorsi di creazione d’impresa, Percorsi di auto-imprenditorialità e di empowerment; Laboratori di potenziamento delle competenze logico-matematiche, laboratorio di scienze e di esplorazione ambientale, laboratorio multimediale ed informatico.

 

  • Progetto “Operazione Noi” (Da Novembre 2007 – Dicembre 2010), Intervento triennale di sensibilizzazione e di prevenzione della tossicodipendenza e dell’alcooldipendenza correlata nel territorio del Comune di Capaci, finanziato con il Fondo Nazionale di intervento per la lotta alla droga. D.A. 11/08/2003.

Nel percorso proposto è stata promossa l’informazione e la sensibilizzazione sui rischi connessi all’uso di droghe ed di alcol, affrontando il tema anche da un punto di vista scientifico e di educazione alla salute.

 

  • PROGETTO “Sviluppo…e Libertà” (Luglio 2008 – Giugno 2009) Fornitore di servizi di cura ed assistenza alla persona per la erogazione di voucher di conciliazione e di servizio – AREA MINORI – nell’ambito del P.O.R. Sicilia 2000-2006 – Progetto “A.L.Fa. – Armonizzare Lavoro e FAmiglia”, gestito da Italia Lavoro Sicilia.

Tra gli altri, sono stati sviluppati Laboratori di recupero e potenziamento delle competenze        scientifiche e logico-matematiche, laboratori di informatica e di conoscenza del web.

 

  • Progetto ETA – BETA Centro aggregativo 6 – 13 anni V Circoscrizione – Città di Palermo finanziato dal Comune di Palermo – Settore Servizi Socio-Assistenziali- U.O. Attuazione e Gestione Piano Territoriale per l’Infanzia e l’Adolescenza Fondi ex L. 285/97. Da Febbraio 2011 a Febbraio 2013.

In riferimento all’ambito delle discipline STEM sono stati sviluppati specifici percorsi, quali laboratorio ecologico-naturalistico (scienze, botanica, esplorazione territoriale e conoscenza dell’ambiente); laboratorio per il sostegno ed il potenziamento delle competenze logico-matematiche, laboratorio metacognitivo, laboratorio di informatica e di educazione alla multimedialità; laboratori di educazione digitale; laboratori di fotografia (fotocamera e software collegati) .

 

Dal 2016 – Iniziative e progetti con cui l’Associazione ha recentemente sviluppato sinergie e momenti di incontro, diffondendone la conoscenza e la valenza da un punto di vista educativo e di integrazione nella didattica tradizionale:

 

  • FabLab Palermo, per la costruzione di proposte progettuali incentrate su azioni educativo – formative di alfabetizzazione digitale, tra coding e fabbricazione, che abbiano come output, oltre all’accrescimento delle competenze d’area e della consapevolezza digitale, la creazione di circuiti di diffusione di tali conoscenze.
  • Coderdojo Palermo, attraverso la partecipazione di suoi giovani associati alle iniziative promosse per la diffusione del pensiero computazionale e dell’importanza della competenza nella programmazione. Attività pratico-guidate per conoscere il linguaggio di programmazione didattico Scratch.

 

Afferiscono alla rete progettuale dell’Associazione La Rondine differenti profili professionali che in una logica di integrazione multidisciplinare indirizzano le aree di sviluppo della stessa, implementando costantemente lo studio e l’ambito della ricerca e dell’innovazione nelle pratiche educative e formative rivolte ai giovani ed alle giovani.

Psicologi;

Educatori professionali;

Neuropsichiatri infantili;

Insegnanti;

Ingegneri informatici.

Esperti di Welfare e di politiche di inclusione sociale